intelligenti di tutto il mondo unitevi

cinque anni fa nasceva questo blog in cui mi segno le cose che per me fanno epoca. cominciai con la nascita di mio nipote andrea, che oggi festeggia  cinque anni appunto, ora posso festeggiare il quinto anno di blog con la nascita di mia figlia zoe, nata un mese fa circa. a lei (loro) vorrei lasciare (con l’aiuto delle persone intelligenti ovvio) un mondo senza guerre, senza disparità, con diritti umani per tutti. un utopia, che vale la pena continuare a coltivare. per questo esorto: intelligenti di tutto il mondo unitevi. nel 2008 mi sento di accantonare le ideologie del 900 dell’800. occorre cambiare rotta e unirsi. ora la vera battaglia va fatta contro le guerre e contro la distruzione ambientale. oggi i presidenti-merda di georgia e russia dicono di essere soddisfatti per l’accordo dopo cinque giorni di guerra. loro i fottuti assassini sono soddisfatti dalla loro poltrone. e le migliaia di morti civili e militari? inezie, sporcizie, dettagli insignificanti. non bisogna dare la mano a questi assassini, quindi evitare anche se si è alla fame, di fare il militare, di essere militare, di costruire ordigni militari, di partecipare a indotti militari, insomma boicottare tutto ciò che è militare. militare è morte, distruzione, assassinio legalizzato.

poi  l’affaire ambiente… ormai è una questione di vita o di morte. cambiare rotta si può. la rivoluzione inizia da noi, dalle piccole cose: risparmio energetico, risparmio dell’acqua, separazione dei rifiuti, uso di mezzi pubblici o elettrici o metano… non sporcare i nostri ambienti, rispettare e difendere la cosa pubblica, combattere le speculazioni edilizie (attenzione tutte le amministrazioni di dx e sx si nascondono dietro piani regolatori all’apparenza innocui, o addirittura rispettosi dell’ambiente, ma di fatto sono solo interessati agli oneri di urbanizzazione e a eventuali tangenti dei costruttori)…

quanto ci sarebbe da scrivere…

ognuno di noi può fare qualcosa, denunciando, vigilando, boicottando o semplicemente esonerandosi dal commettere crimini ambientali, o dal coprirli con il silenzio e l’omertà tipica italiota.

 

per andrea e per la piccola zoe, e per tutti i piccoli della terra, occorre darsi una mossa, ognuno per quello che può.

 

intelligenti di tutto il mondo unitevi



I commenti sono chiusi